Fotografia di ritratto

Il ritratto è il genere fotografico che forse racchiude in sé più aspetti da considerare. Niente, comunque, che lo studio e una buona conoscenza della tematica non possa superare. Dire che esiste uno scatto di ritratto che può riassumere tutto di una persona è un’espressione azzardata ma con un po’ di allenamento si possono raggiungere comunqu degli ottimi risultati.

LOCATION
La scelta di una buona location è fondamentale. Se non si dispone di uno studio fotografico, gli esterni sono i luoghi che più si addicono a una buona foto di ritratto. Occorre scegliere con cura dove far posare il vostro soggetto e quindi valutare attentamente sfondi disturbanti, l’incidenza della luce naturale, abbigliamento del soggetto in relazione all’ambiente circostante.

UTILIZZO DELLA LUCE

Nel caso di ritratti in esterni è meglio ricorrere a colpi di flash in fill-in e soprattutto ai pannelli riflettenti per eliminare le zone d’ombra del viso. Di pannelli se ne trovano su internet di tutte le misure e per tutte le tasche.

IL FUOCO NEGLI OCCHI

Assicuratevi di mettere a fuoco sugli occhi del soggetto. Spesso capita che a distanza ravvicinata e con una limitata Profondità di Campo, l’Autofocus metta a fuoco su un’altra parte del viso. Si può ovviare bloccando la messa a fuoco sugli occhi e ricomponendo l’immagine.

LE POSE

Non abbiate fretta di scattare. Trovate le soluzioni a tutte le problematiche che sorgono cambiando pose varie e scegliete quella che vi soddisfa di più. Perdere molto tempo a mettere il soggetto in una buona posa garantisce risultati eccellenti.

RITRATTO PERSONALE E IMPERSONALE

Per ritratto personale si intende quello scatto nel quale il soggetto guarda diretto in camera. Impersonale, per contro, significa che il soggetto guarda altrove quando, ad esempio, viene ritratto in maniera spontanea, senza preavviso. Scegliere uno o l’altro è una questione soggettiva e dipende dal gusto del fotografo.

SET IN INTERNI

Non è necessario avere uno studio professionale, basta anche solo un angolo della casa spazioso e con un softbox ben posizionato. Anche la luce naturale che entra da una finestra o da un balcone può rendere i nostri scatti unici. La luce morbida è ideale per i ritratti e si può pensare addirittura di sperimentare il low-key o l’ high-key (toni bassi o toni alti).

L’UTILIZZO DEL FLASH

  • Imposta il flash in modalità TTL e occhio ai tempi di esposizione (in media è sempre 1/125 di sec. o 1/250 di sec.)
  • Per ridurre le ombre sullo sfondo allontana il soggetto da esso.
  • L’intensità della luce emessa dal flash dipende dalla distanza del soggetto da esso.
  • Una soluzione eccellente è quella di smontare il flash dalla fotocamera e piazzarlo lateralmente: si otterranno scatti molto più interessanti.
  • L’utilizzo di gelatine colorate davanti al flash contendono di ottenere effetti di colore già in fase di scatto.