Fotografare di notte

Fotografare con scarsa luminosità, ad esempio di sera, può spaventare per la difficoltà del tema. Ma in realtà la notte e il cielo dopo il tramonto nascondono un fascino fotografico molto particolare. L’ostacolo iniziale è appunto la scarsa illuminazione. Ma se la luna è piena, o quasi, possiamo sfruttare la sua luce e le lunghe esposizioni. La fonte di luce, ovviamente, è diversa da quella solare ma rimarrete sbalorditi dai risultati. Per riassumere in tre punti:

  • Curiamo a fondo la composizione
  • Calcoliamo bene l’esposizione, ad esempio scattando a f/5.6. Controlliamo l’istogramma e se è corretto calcoliamo i valori equivalenti con ISO più basso.
  • Utilizziamo la posa B, possibilmente con l’utilizzo di un telecomando.

Avete a disposizione circa due o tre giorni (prima, durante e dopo la luna piena) e il cielo deve essere limpido. L’ideale è partire con esposizione di prova del tipo 1 minuto a f/5.6 a ISO 400. In base all’istogramma variamo i valori e apportiamo le modifiche opportune. Un buon consiglio è quello di applicare il bracketing. Effetti incredibili si ottengono anche con lunghe esposizioni sulle stelle per registrarne la traettoria. Utilizzate anche il flash per illuminare i soggetti più vicini a voi.

James Garofalo

James Garofalo

Fondatore di Immaginaria Studios. Mi occupo di musica, regia e fotografia dal 1987 e presento eventi cinematografici e cosplay. Sono uno scrittore di romanzi.